Candele arrotolate

E’ passato Natale e anche se l’inverno è iniziato qualche giorno prima delle feste il friccichio attutisce l’inizio. In casa nostra con il sei gennaio gli scatoloni delle decorazioni si riempiono nuovamente e tornano negli armadi, quello che però ci piace conservare sono alcune lucine e le candele, abbiamo bisogno di portare un po’ di luminosità nelle sere buie, di giochi e cene frenetiche; la luce soffusa aiuta a rallentare e allo stesso tempo scalda lo spirito, illumina quello che basta e oscura quello che distrae. 

In un pomeriggio di sole abbiamo fatto le candele di cera d’api, arrotolate, profumate e facili. E’ stato un bel pomeriggio condiviso, Martino era catturato dal vedere la consistenza che cambia con il calore, l’odore di miele resta sulle dita e con pochi passi si ha un risultato unico. Abbiamo accese le candele durante la cena ed eravamo un po’ felici, orgogliosi del nostro lavoro, fieri che luce che illuminava i nostri pasti fosse prodotta da noi.

Ti racconto i passi per farle anche voi.

Servono

Tre fogli di cera d’api, sono quelli che utilizzano in apicoltura come base per le api per la costruzione delle cellette dell’alveare.

Uno spago morbido di cotone.

Una candela.

Un paio di forbici.

Con le forbici taglia il foglio in rettangoli alti 12 cm circa per 25 cm di lunghezza.

Taglia un pezzetto di spago lungo 14 cm. 

Scalda il lato corto del foglio sulla fiamma della candela, non troppo vicino altrimenti si annerisce. Sono sufficienti pochi secondi. Se vuoi farlo fare ai bambini ricorda di fargli tenere le mani sull’estremo opposto del foglio. 

Metti lo stoppino allineato con il lato corto che avete appena scaldato, lascialo sbordare mezzo centimetro da una parte e un centimetro e mezzo dall’altra, questo sarà l’estremo della candela che accenderete. 

Ora ripiega il foglio per fissare lo spago, deve essere una piega stretta, premi leggermente e risvolta all’interno del foglio l’estremo da mezzo centimetro che avevi lasciato libero. 

Arrotola la candela, con morbidezza, non va schiacciata. 

Per sigillarla alla fine, scalda leggermente l’ultimo pezzo e premilo leggermente sulla candela arrotolata. 

Pronta.

Solo un’accortezza, le candele di cera d’api colano molto, state attenti a dove la mettere e a non bruciarvi. 

Buon divertimento.

F.